Radio Sorgenti

Introduzione

Per un radioamatore dedito ad attivita' via luna l'osservazione di sorgenti radio galattiche e' un metodo per verificare le prestazioni del proprio sistema ricevente. Inevitabilmente pero' il mezzo diventa facilmente un fine per il piacere di fare quel poco di radioastronomia concesso ad istallazioni radioamatoriali.
La valutazione del sistema di ricezione puo' essere fatta con una certa precisione grazie alla disponibilita' di strumenti che permettono di predire il risultato tenendo conto della tipologia di stazione per ogni possibile oggetto osservato. Un ringraziamento doveroso va a Doug (VK3UM) per il suo software da me usato per le previsioni. La misura consiste nel confrontare il rumore (ovvero segnale incoerente) ricevuto puntando l'antenna verso una porzione fredda di cielo (dove per fredda si intende senza emissioni di radio frequenza) con quello ricevuto invece con l'antenna nella direzione dell'oggetto osservato. In pratica l'osservazione consta nel posizionare l'antenna fuori bersaglio e farla poi passare sopra con un moto (quasi) costante e registrando il livello di segnale.
Tutti i dati sono stati raccolti usando la mia antenna da 10m sulla frequenza di 1296 Mhz.

Sole


Il sole e' la stella a noi piu' vicina e quindi rappresenta la piu' (relativamente) forte sorgente di radiazioni elettromagnetiche osservabile.
L'intensita' dell'emissione e' fatta da diverse componenti tra cui l'attivita' solare corrente per cui lo strumento di previsione ne tiene conto.


La differenza prevista era di 24.5 db

Luna


La luna e' pure una sorgente di emissione a radio frequenza con emissione che si chiama di "corpo nero" e che dipende da quanto la temperatura dell'oggetto dista dallo 0 assoluto ed in piccola parte dalla distanza della luna dalla terra (perigeo vs apogeo).


La previsione dell'incremento di rumore dovuto dalla luna sembra non troppo accurata e comunque vara da circa 0.7 e 0.9 db

Cigno


Il Cigno e' una galassia 600 milioni di anni luce da noi. E' nota per essere una delle piu' potenti sorgenti radio note nell'universo, la distanza pero' rende non cosi' facile la sua osservazione.


La previsione sull'eccesso di rumore per il cigno era di 2.37db

Virgo


Virgo A un ammasso di galassie gigante (circa 1500) a piu' di 50 milioni di anni luce da noi con un massiccio buco nero nel centro. Pur essendo una forte sorgente di radiazioni elettromagnetiche alla mia frequenza di osservazione (1296Mhz) il segnale e' tuttaltro che forte. Molto piu' facile individuarlo con astronomia ottica.


La differenza di rumore prevista per Virgo A era in effetti di soli 0.53db

M17


M17 (O nebulososa Omega dalla sua forma) si trova tra 5000 e 6000 anni luce da noi molto facilmente visibile otticamente ma anche ben rilevabile in campo radioastronomico.


Non ho trovato nessuna stima per M17

Taurus A


Taurus A (o nebulosa del granchio) e' circa a 6.500 anni luce di distanza ed e' il risultato dell'esplosione di una supernova non visibile ad occhio nudo.
Taurus A ha al suo centro una potente pulsar con un periodo di circa 30 impulsi al secondo.


le previsioni davano 1.23 db di incremento rumore.

Cassiopeia A


Cassiopea A un ammasso derivante dai resti di una supernova nella costellazione di Cassiopea ed la piu' brillante sorgente radio al di fuori del sistema solare.
La sua distanza di circa 11.000 anni luce, malgrado la forte emissione elettromagnetica difficilmente visibile otticamente.


L'eccesso di rumore previsto di circa 1.8db molto in linea con quanto osservato.